Pomodoro Seccagno - Cooperativa Vitulia
471
portfolio_page-template-default,single,single-portfolio_page,postid-471,theme-bridge,woocommerce-no-js,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_grid_1300,qode-content-sidebar-responsive,columns-4,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-16.3,qode-theme-bridge,disabled_footer_top,wpb-js-composer js-comp-ver-5.4.7,vc_responsive
 

Pomodoro Seccagno

IL POMODORO SECCAGNO ZAGARITANO PIANTA MEDITERRANEA PER ANTONOMASIA

 

Le origini di questa varietà autoctona Calabrese affondano nella tradizione agricola di questa zona della Calabria situata sul versante Ionico del Mediterraneo. Il favorevole microclima ha favorito la selezione di questo ecotipo di pomodoro dalle qualita’ organolettiche eccellenti.

La sua particolare tecnica culturale avviene come si dice, in “seccagno”: la messa a dimora dei semi o delle piantine avviene in buche ampie e zappate profondamente. Le piante fruiranno di protezione, umidità anche in piena estate, e sostegno naturalmente, senza bisogno di interventi esterni.

Le piante hanno uno sviluppo minimo (sono infatti di piccola taglia), resistenti alle malattie e concentrano tutta l’energia nella produzione dei frutti che si presentano di colore rosso vivo, piccole dimensioni e molto saporiti.

Per il suo particolare ciclo produttivo, questa coltivazione non è stata in nessun modo influenzata dal progresso tecnologico, seguendo schemi tramandati da generazione in generazione. La varietà Seccagno Zagaritano ha inoltre suscitato l’interesse dell’ARSAC (Azienda Regionale per lo Sviluppo Agricolo Calabrese) che ne ha mappato il DNA ponendo le basi per la sua eccellenza del panorama agricolo italiano.