La melanzana di Amantea - Cooperativa Vitulia
478
portfolio_page-template-default,single,single-portfolio_page,postid-478,theme-bridge,woocommerce-no-js,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_grid_1300,qode-content-sidebar-responsive,columns-4,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-16.3,qode-theme-bridge,disabled_footer_top,wpb-js-composer js-comp-ver-5.4.7,vc_responsive
 

La melanzana di Amantea

Pianta mediterranea per antonomasia

 

La storia.

Ve ne sono moltissime varieta’ ma noi ci siamo concentrati nel ritrovare varieta’ antiche autoctone della Calabria. Questa focalizzazione nella ricerca di semi antichi calabresi¬† parte dal presupposto che se tali piante sono state per secoli coltivate¬† in questa terra, con il tradizionale metodo di selezione delle sementi dai frutti medesimi, significa che hanno nel tempo raggiunto una connaturale adattabilita’ alle condizioni pedoclimatiche quindi sono piante con una propria capacita’ di resistere ad es. alla siccita’, al caldo torrido estivo e per questo sono piu’ forti – se bel coltivate – e resistenti alle possibili patologie e agli attacchi fungini ed altro. Spesso si dice che questo adattamento al territorio (semi antichi) pero’ porta con se’ una minor produttivita’ e minor vigoria rispetto ad altre varieta’ che sono state selezionate in maniera specifica con l’obiettivo di maggiore produttivita’. Eravamo disponibili ad accettare la sfida!

Dopo lungo cercare siamo giunti ad alcuni semi di una melanzana detta di Amantea ma poco o nulla si sa di essa se non l’origine calabrese.

Attraverso le migliori pratiche biodinamiche (bagno sementi, fertilita’ del terreno, corretta esposizione…) ne abbiamo incominciato la coltivazione ottenendo piante alte e vigorose come mai avevamo visto tra tutte le varieta’ a noi note.

Le caratteristiche.

La melanzana di Amantea ha una predisposizione molto forte verso la verticalita’, quasi fosse attratta dalla luce, dal sole; quasi un po’ si dimenticasse della sua parte radicale, della terra che la attrae, dell’apparato radicale di pianta stagionale e non pluriennale.

Le piace stare vicina alle piante del suo genere e assieme salire verso il cielo (piante anche alte 2 metri)

Questa sua verticalita’ deve essere protetta/accompagnata sia da un luogo non ventoso sia da un tutore (noi usiamo delle canne selvatiche) perche’ la gravita’ tende a chiamarla a se’.

La produzione e’ abbondante e perdura molto nel tempo con melanzane che hanno colore rosa viola che vira in stagione avanzata verso il giallo. Forma un po’ allungata e gusto proprio. Provare per credere.