Pasta, Farine e Grani - Cooperativa Vitulia
652
portfolio_page-template-default,single,single-portfolio_page,postid-652,theme-bridge,woocommerce-no-js,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_grid_1300,qode-content-sidebar-responsive,columns-4,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-16.3,qode-theme-bridge,disabled_footer_top,wpb-js-composer js-comp-ver-5.4.7,vc_responsive
 

Pasta, Farine e Grani

Sempre nel rispetto della tradizione ci dedichiamo alla coltivazione del grano, di quello antico ovvero quello che se rispettato sia in fase di coltivazione,senza l’aiuto della chimica, sia in fase di macinazione, non genera quelle malattie frutto delle invenzioni dell’industria e del cosidetto benessere.
Anticamente non c’erano tante malattie che affliggono l’uomo perché una delle principali fonti di nutrimento, il cereale, non aveva subito tante mutazioni genetiche in quanto la vita aveva dei ritmi naturali.
Abbiamo due selezioni di grano duro, “Timilia qui detto Marzuolo” e “Senatore Cappelli”.

Il grano Timilia, chiamato nell’antica Grecia con il nome di trimeniaios, è una varietà antica di grano duro a ciclo breve, il periodo di semina è marzo nelle zone collinari (può essere anticipato a gennaio nelle zone marittime) ed è per questo motivo che è chiamato anche “grano marzuolo,”  e veniva impiegato nelle primavere successive ad autunni piovosi che non consentivano la crescita di altri tipi di grano utilizzato per il ringrano e spesso come coltura miglioratrice, per i campi.

Il Grano varietà Senatore Cappelli
Storia Fu definito “razza eletta” negli anni ’30 – ’40, ed Il suo nome deriva in onore del senatore abruzzese Raffaele Cappelli, promotore nei primi del novecento della riforma agraria che ha portato alla distinzione tra grani duri e teneri. È un frumento duro, aristato (cioè dotato di ariste, i filamenti che si notano nelle graminacee), ottenuto per selezione genealogica a Foggia, nel 1915 da Nazareno Strampelli. Per decenni è stata la coltivazione più diffusa in Calabria, Basilicata e Puglia.
Il grano duro Senatore Cappelli è esente da ogni contaminazione da mutagenesi indotta con raggi x e y del cobalto radioattivo, a differenza delle varietà del grano duro OGM irradiato, oggi utilizzati in agricoltura. Sembra fondata l’ipotesi, che la modifica genetica delle varietà di grani moderni, sia correlata ad una modificazione della loro proteina, e in particolare di una sua frazione, la gliadina, che è un proteina basica, dalla quale per digestione peptica-triptica, si ottiene una sostanza chiamata frazione III di Frazer, alla quale è dovuta l’enteropatia infiammatoria e quindi il malassorbimento (intolleranza al glutine e allergie). Il frumento duro Senatore Cappelli è un antenato del grano duro moderno; Strampelli fu in grado di selezionarne l’importanza che oggi ci regala:la pianta ha un’altezza di ca. 1.80 m (superiore a quella del grano comune) e contiene percentuali più elevate di lipidi, amminoacidi, vitamine e minerali, nonché caratteristiche di elevata digeribilità; rappresenta un’alternativa dolce e squisita per la preparazione di tutti i prodotti attualmente utilizzati a base di grano tradizionale;non ha mai subito le alterazioni delle tecniche di manipolazione genetica dell’agricoltura moderna, che sacrificano sapore e contenuto tradizionale a vantaggio di rendimento elevato.

Grano Tenero Maiorca
Cresce in zona aride ed è un grano tenero eccellente il vero grano che regala una farina bianca adatta ai dolci, ai biscotti alla pizza.
Questo grano e’ la nostra eccellenza, la sua spiga raggiunge anche il metro e settanta ed è commovente la grandezza della sua bontà.
Ama solo l’acqua, il terreno argilloso ed il sole: un solo chicco di chimica lo farebbe morire!
Rappresenta forse più di ogni altro la nostra tradizione antica.
Le Farine che da queste tre varietà produciamo sono tutte provenienti da macinazione a pietra: le nostre farine sono integrali e poco burattate; contengono molti oligo elementi del germe di grano e della crusca; presentano un alto valore proteico e un basso indice di glutine.